Mobilità elettrica di Poppe + Potthoff

Per testare la qualità dei componenti dei veicoli che trasportano i fluidi, le unità di trasmissione (motori elettrici), le valvole, i sistemi di raffreddamento e riscaldamento, i flessibili, i tubi, i recipienti a pressione e altri componenti vengono pressurizzati. Che si tratti di verifiche delle variazioni della pressione dinamica, del mantenimento della pressione statica, della misurazione della portata di flusso o delle classiche verifiche della pressione di scoppio, Poppe + Potthoff Maschinenbau vi offre una soluzione su misura per le vostre esigenze. Oltre ai collaudi di pressione e di vita utile, i banchi di prova PPM offrono la possibilità di eseguire un collaudo funzionale su componenti sotto tensione. L’obiettivo principale in questo caso consiste nel testare l’efficienza della gestione energetica e le relative prestazioni in condizioni di temperatura mutevoli.

Tutte le verifiche vengono rilevate e documentate con precisione al fine di progettare in modo ottimale i componenti per applicazioni specifiche.
Naturalmente i nostri sistemi possono essere configurati specificatamente in base alle esigenze del cliente e a seconda delle necessità sono costruiti con conformità UL o CE. Inoltre, offriamo assistenza e supporto in loco.

Banco di prova delle variazioni di pressione

Banco di prova funzionale

Banchi di prova delle variazioni di pressione per componenti automobilistici

Collaudo della pressione di scoppio per i
componenti della mobilità elettrica

Fornitura sotto forma di servizio

In generale, forniamo i suddetti collaudi in vari settori correlati anche sotto forma di servizio. Non importa se operate nel settore della ricerca e dello sviluppo o delle applicazioni in serie, contattateci specificando i requisiti di prova di cui avete bisogno per ricevere un’offerta non vincolante.

Per visualizzare i vari sistemi per la mobilità elettrica, fate clic sulle seguenti aree di applicazione:

Banco di prova delle variazioni di pressione per i collaudi dei componenti dei condizionatori d’aria da -40 a +140 gradi Celsius

Collaudo della pressione da -40 a +140 gradi Celsius

Come mezzo di prova viene utilizzata una miscela di acqua e glicole o glicole puro (ad esempio Glysantin G40, G44, G48). Il circuito di raffreddamento viene testato nell’intervallo di temperatura da -40 a +20 gradi Celsius e il circuito di riscaldamento da +20 a +140 gradi Celsius. Con l’ausilio della pressione, un circuito chiuso del mezzo di prova appositamente progettato previene la formazione di vapori contenenti alcol (pericolo di esplosione). Facoltativamente, la simulazione ambientale può anche essere creata utilizzando una cabina climatica.
La portata volumetrica del mezzo di prova può variare da 3 a 30 l/min a una pressione da 0,2 a 10 bar (max 12 bar). Le variazioni di carico sono liberamente programmabili con un aumento sinusoidale o trapezoidale nell’ambito di una frequenza di prova da 0,2 a 1 Hz. Il sistema di collaudo può essere utilizzato per testare sistemi completi e singoli moduli realizzati con varie plastiche, metalli e sigillanti. Con l’ausilio di una simulazione realistica, i punti deboli del materiale composito vengono esplorati con precisione, ad esempio nell’area di realizzazione di una saldatura, e possono essere ottimizzati nelle prime fasi del processo di sviluppo.

 

Dati relativi alle prestazioni:

  • Fluido di prova: miscela di acqua e glicole / glicole puro
  • Collaudo della temperatura dei fluidi del circuito di raffreddamento: da +20°C a -40°C
    • Potenza di raffreddamento di 5 kW (fino a -30°C)
    • Potenza di raffreddamento di 2 kW (fino a -40°C)
  • Collaudo della temperatura dei fluidi del circuito di riscaldamento: da +20°C a +140°C
    • Potenza di riscaldamento: 12 kW
  • Regolazione della portata volumetrica: da 3 a 30 l/min
  • Temperature ambientali: da -40°C a +140°C
  • Variazioni dinamiche della pressione: da 0,2 a 10 bar
  • Frequenza: 0,2 Hz
  • Forma della rampa: trapezoidale e sinusale
  • Collaudo di caduta della pressione statica: fino a 12 bar
  • Con PPM FdrV, qualsiasi curva di pressione può essere programmata fino a 12 bar

Il banco di prova funzionale collauda le unità di riscaldamento e raffreddamento per la mobilità elettrica

Collaudo delle prestazioni a temperature variabili

L’elemento da collaudare viene inserito nella camera di prova e collegato al circuito del mezzo di prova. È disponibile un alimentatore a bassa tensione (da 0 a 20 V CC/5 A) o ad alta tensione (da 0 a 600 V CC/150 A) per simulare il funzionamento a batteria nel veicolo elettrico. Il fluido di prova (miscela di acqua e glicole o glicole puro, ad esempio Glysantin G40, G44, G48) circola a una temperatura programmabile da -35 a +100 gradi Celsius e con una portata volumetrica da 3 a 30 l/min. Facoltativamente, il collaudo può essere eseguito anche nella cabina climatica da -40 a +140 gradi Celsius per simulare le variazioni della temperatura ambientale.

Un collaudo significativo a lungo termine richiede solitamente 20 giorni. Se il collaudo viene eseguito nella camera climatica, la temperatura e la portata volumetrica del fluido di prova, nonché la temperatura ambientale, variano 24 ore su 24 in base ai cicli di prova programmati. La temperatura del fluido di prova all’ingresso e all’uscita del sistema o del componente da collaudare nonché quella ambientale vengono misurate continuamente. Vengono inoltre documentate la portata, la pressione e la caduta della stessa, nonché la corrente e la tensione nell’intervallo di alta e bassa tensione. L’attenzione è concentrata sulle prestazioni termiche ed elettriche dell’unità di riscaldamento o raffreddamento in condizioni ambientali variabili.

Dati relativi alle prestazioni:
Fluido di prova: miscela di acqua e glicole o glicole puro

  • Temperatura del fluido: da -35°C a +100 °C
    • Potenza di raffreddamento: 15 kW per una temperatura di -35°C
    • Potenza di riscaldamento elettr.: 25 kW
  • Controllo della temperatura ambientale: da -40°C a +140°C (facoltativo)
  • Regolazione della portata volumetrica: da 3 a 30 l/min
  • Simulazione della batteria:
    • Alta tensione: da 0 a 600 V CC / 150A
    • Bassa tensione: da 0 a 20 V CC / 5A
  • Dati di misurazione:
    • Temperatura del fluido in entrata e uscita dal componente sottoposto a collaudo
    • Temperatura ambientale
    • Portata
    • Pressione
    • Caduta di pressione
    • Potenza elettrica
    • Potenza termica
    • Voltaggio ad alta e bassa tensione
    • Corrente ad alta e bassa tensione
    • Valore massimo della corrente ad alta tensione

Banchi di prova delle variazioni di pressione per componenti automobilistici

Per i collaudi a impulso con successive verifiche di pressione e scoppio a lungo termine, i nostri sistemi offrono due camere in cui è possibile collaudare contemporaneamente fino a dieci elementi di prova a una temperatura ambiente compresa tra i -60°C e 180°C o in ambiente climatizzato. Il fluido, composto totalmente da glicole oppure da più oli, viene alimentato tramite circuiti di controllo separati a una temperatura compresa tra la temperatura ambientale e una temperatura di + 160°C. Questo consente collaudi con differenze di temperatura notevoli, anche se le prove di resistenza sul circuito del Nürburgring, nella tundra siberiana o nei deserti dell’Africa sono in realtà estremamente rare.

La presenza di vari trasduttori di pressione servo-idraulici, progettati in modo ottimale per ciascuna area di prova, consentono un controllo molto preciso della pressione. Le prove di pressione a impulso possono essere eseguite con una frequenza di 0-10 Hz (in genere 0,5-2,5 Hz) e con una curva trapezoidale di 4-25 bar e di 0-160 bar; con la curva sinusale a una frequenza di 0-10 Hz sono possibili pressioni di 0-6 bar. La pressione massima di scoppio è di 500 bar. L’acquisizione e la visualizzazione dei dati di misurazione viene eseguita con le applicazioni LabVIEW di National Instruments. Tutte le sequenze di prova e i dati vengono salvati automaticamente sul sistema e possono essere esportati in rete per la valutazione.

Dati relativi alle prestazioni:

  • 3 verifiche diverse del ciclo di carico
  • 3 fluidi differenti (ciascuno con un sistema a doppia vasca)
  • ulteriore verifica della pressione di scoppio: fino a 500 bar
  • ulteriore verifica della tenuta: fino a 100 bar (collaudo a lungo termine)
  • Frequenza: da 0,5 a 2,5 Hz (max 10 Hz)
  • Collaudo della temperatura dei fluidi: RT fino a +160°C
  • Controllo della temperatura ambientale: da -60°C a +180°C
Banco di prova delle variazioni di pressione con camera climatica

Controllo della temperatura ambientale:

da -40°C a +150°C con una velocità di variazione fino a 3,5 K/min

Collaudo della temperatura dei fluidi:

da -40°C a +140°C

Camera di prova:

con protezione antideflagrante per verifiche di pressione con refrigerante (ATEX)

Dimensioni della camera di prova:

1.500 x 1.000 x 1.000 mm (L x H x P)

Portata volumetrica:

programmabile da 0,5 l/min a 30 l/min

Pressione di prova:

dinamica da 0,2 a 6 bar con curve sinusoidali e trapezoidali

Frequenza:

fino a 2 Hz (altre frequenze su richiesta)

Verifica della perdita di pressione:

fino a 1.000 mbar

Verifica statica della pressione:

fino a 20 bar mediante aria compressa con aumento di pressione programmabile

Verifica dei tassi di perdite:

0,5 cm3/min

Verifica del vuoto:

Variazione della pressione tra quella dell’atmosfera e 18 mbar.

Banchi di prova della pressione di scoppio per componenti della mobilità elettrica

I componenti che trasportano i fluidi nei veicoli elettrici sono esposti a condizioni estreme. La resilienza di pompe, recipienti a pressione, flessibili e tubi in metallo o plastica viene verificata con collaudi di pressione dinamici e statistici.
Gli elementi da collaudare possono essere inseriti con facilità utilizzando i raccordi ad attacco rapido. È anche possibile disporre di un dispositivo di montaggio rapido per montare manualmente l’elemento da collaudare fuori dalla camera di prova.

Per il collaudo di scoppio sono disponibili due circuiti di prova con diverse modalità di funzionamento. La procedura di regolazione di precisione esente da usura consente un aumento della pressione molto preciso fino a 50 bar. Nell’altro circuito di prova è attivo un trasduttore di pressione ad azionamento pneumatico, con il quale è possibile generare una pressione fino a 400 bar. Come fluido di prova viene utilizzata la normale acqua di rete oppure olio di prova. Il banco di prova può anche essere dotato di uno scanner manuale per identificare i componenti, in modo che le pressioni di scoppio possano essere assegnate a ciascun componente. Il sistema è controllato tramite PLC con interfaccia seriale per lo scambio di dati. I requisiti del collaudo vengono inseriti tramite un touchscreen.

Dati relativi alle prestazioni:

  • Pressione di scoppio fino a 400 bar
  • Regolazione di precisione della pressione da 0 – 50 bar
  • Collaudi con vari fluidi e a diverse temperature

La vostra richiesta di consulenza

Le vostre persone di contatto

Stefan Dreyer

CEO

Johannes Montag

CEO / Head of Sales

Frank Baudler

CTO

+49 3631 46221022
salesppm@poppe-potthoff.com

Philip-Claussen

Philip Claussen

Poppe + Potthoff Maschinenbau America

+1 617 250 7668
philip.claussen@poppe-potthoff.com

Per ulteriori soluzioni di test, cliccare sulle seguenti aree di prodotto:

Schläuche, Rohre und Rohrverbindungen für die Industrie
müssen definierten Drücken sicher standhalten.

video banchi di prova della pressione di scoppion

Poppe + Potthoff Maschinenbau è una società del Gruppo Poppe + Potthoff.
15 località in 9 paesi.

Il Gruppo Poppe + Potthoff ha 15 stabilimenti di produzione e uffici commerciali in 9 paesi. In ogni momento, il nome Poppe + Potthoff è sinonimo di massima qualità – una promessa di prestazioni su cui i nostri clienti fanno affidamento, indipendentemente dalla sede Poppe + Potthoff con cui lavorano.

PER SAPERNE DI PIÙ SU Poppe + POTTHOFF